Tre big fuori dalla Coppa Italia

Juve Coppa Italia 2019

Chi si aspettava Napoli, Roma e Juventus in semifinale di Coppa Italia… si sbagliava di grosso! D’altronde i pronostici sono fatti per essere smentiti. Cos’è successo in questi pazzi quarti di finale di Coppa Italia? Chi sarà l’ultima semifinalista?

La prima grande a capitolare in Coppa è stata il Napoli di Carletto Ancelotti, sconfitto a San Siro dal Milan di Gattuso. Ci ha pensato l’acquisto del momento a liquidare i partenopei: il Pistolero polacco, così viene chiamato Krzysztof Piątek per il suo modo di esultare, ha messo a segno la doppietta che ha fissato il risultato sul 2-0 finale e che ha regalato al Milan la semifinale. Delusione amarissima per i partenopei, quindi, eliminati prematuramente dalla Champions e adesso anche dalla Coppa Italia. Agli azzurri è mancato il giusto cinismo sotto porta, quello che ha invece caratterizzato lo spirito del nuovo bomber rossonero. Dopo la lista infinita di flop legata ai nomi del reparto d’attacco del Milan, l’ex Genoa potrebbe finalmente segnare un divario col passato e ridare linfa e speranza al Diavolo. Per ora Piątek si gode il primato di capocannoniere della competizione, con 8 reti all’attivo e altre partite utili in cui poter andare ancora a segno. Le polveri sono calde, le difese avversarie avvisate.

La seconda squadra a uscire prematuramente da questa Coppa Italia, o per lo meno a uscire in maniera piuttosto eclatante, è stata la Roma di Di Francesco. Roboante il 7-1 rimediato al Franchi dai giallorossi, frastornati da una Fiorentina fresca e frizzante, trascinata da una tripletta di Chiesa, giocatore maturato e destinato a rubare la scena sotto porta dei prossimi tempi. Certo, l’arrivo di Muriel ha aggiunto qualità e presenza al reparto d’attacco della Viola che contro la Roma non ha fatto sconti: Chiesa (3), Muriel (1), Benassi (1) e Simeone (2) non hanno avuto pietà di una difesa giallorossa a tratti sconcertante e non all’altezza della situazione. Complice anche il rosso a Dzeko al 72’ che ha tagliato gambe e speranza a una Roma sempre comunque troppo confusionaria. A differenza del Napoli, i giallorossi hanno ancora la Champions a cui pensare. Complimenti a Pioli che ha messo in campo una squadra motivata e ben organizzata: appuntamento a fine febbraio in semifinale contro l’Atalanta.

L’Atalanta, già. Gli esperti si erano immaginati il grande classico Fiorentina-Juventus in semifinale di coppa e, invece, sarà proprio la Dea di Gasperini a giocarsi un posto nella finalissima dell’Olimpico. I bergamaschi si sono clamorosamente imposti all’Atleti Azzurri d’Italia sulla squadra campione in carica. Dopo quattro anni di successi anche in Coppa Italia, la Juventus è uscita di scena sotto i colpi di Castagne e dell’uomo del momento in casa Atalanta: Duván Zapata. Suoi il secondo e il terzo gol dei padroni di casa: la prima rete è stata una sassata imprendibile per l’incolpevole Szczęsny la seconda una rete d’astuzia, potenza e velocità, complice uno sciagurato retropassaggio di De Sciglio che ha servito il 3-0 all’attaccante colombiano. Grande merito agli uomini di Gasperini che adesso ritroveranno la Fiorentina in semifinale. Successo meritato che ripaga l’Atalanta del bel gioco mostrato in questi ultimi anni: forse, la sorpresa più grande di questi quarti di finale.

Per completare il quadro delle quattro semifinaliste, manca all’appello la vincente dell’ultima sfida dei quarti, quella tra Inter e Lazio in programma al Meazza. Il fattore campo potrebbe giocare a favore dei nerazzurri, ma la squadra di Inzaghi ha voglia di riscatto dopo le due sconfitte immeritate in campionato contro Napoli e soprattutto contro la Juventus. Una vittoria dell’Inter vorrebbe dire derby della Madonnina in semifinale, mentre una vittoria dei biancocelesti sarebbe il remake dell’edizione passata della semifinale di Coppa Italia (finita ai rigori con la vittoria del Milan, ndr). Le quote sulla partita offerte dai principali bookmaker danno Icardi e compagni come favoriti per il successo finale. Tuttavia, l’abbiamo visto con gli ultimi risultati di Coppa, le quote sul vincitore possono rivelarsi piuttosto beffarde alle volte (la vittoria dell’Atalanta sulla Juve era stata data a 10.00!), quindi per gli amanti delle scommesse sportive, ecco un consiglio dal blog: puntare sui marcatori potrebbe essere una buona idea, per una volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *