I re della Champions contro i Principi del gol

demi-finale retour ligue des champions

Il 26 Maggio all’”Olimpiyskiy” di Kiev sapremo chi tra Real Madrid e Liverpool vincerà la 63° edizione della Champions League. Si contrappongono favorita e outsider, due diverse visioni di calcio, due personalità della panchina e due fenomeni da Pallone d’Oro.

Avanti il prossimo, potrebbero dire al Real Madrid. Dopo l’Atletico Madrid (due volte) e la Juventus, il Liverpool proverà a sottrarre lo scettro al Re…al. Si tratta di due squadre molto diverse: la padronanza del gioco, il controllo dei ritmi e le individualità che hanno fatto la storia recente del torneo sono tutti dalla parte delle merengues; le altissime velocità di manovra e nell’attaccare gli spazi, la ricerca a volte spregiudicata del gol e tre attaccanti rapidi e letali sono le armi a disposizione del Liverpool.

3 finali di Champions da allenatore e 3 da giocatore, un curriculum da paura e l’applicazione di una fredda ma creativa razionalità: Zinedine Zidane è il nocchiero di un Real Madrid che detta legge negli ultimi anni, dove ha rimpinguato il suo già ricchissimo palmarès mettendo in bacheca a Cardiff la duodecima. Jurgen Klopp, scherzoso e ironico, infonde alle sue squadre, Borussia prima e Liverpool poi, il suo credo più latino che teutonico. Salah, Mané e Firmino non somigliano poi molto ai Reus e ai Lewandowsky di Dortmund, ma il mago di Stoccarda è bravo ad adattare lo schema agli uomini e non viceversa. Alle spalle di Zidane e Klopp, due club che hanno fatto la storia: del Real sappiamo tutto, mentre il Liverpool ne ha vinte 5 come il Bayern e il Barcellona ed è una delle pochissime squadre ad avere il bilancio in attivo con la società blanca, bruciata da Kennedy nella notte di Parigi del 27 Maggio 1981.

La qualità dei migliori interpreti a livello mondiale e l’esperienza di chi ha vinto e rivinto tutto: il capitano Sergio Ramos, i due cervelli Kroos-Modric, poi Isco e Benzema sono le colonne portanti del Real Madrid, anche se questa Champions League ha accentuato l’importanza del terzino Marcelo, decisivo quando la palla scotta, e Cristiano Ronaldo, che con 15 gol (per ora) concluderà in vetta alla classifica marcatori per la settima volta ed è il migliore nella storia con 121 reti all’attivo. Un altro record, però, il Liverpool lo ha battuto quest’anno: nessuna squadra ha mai realizzato 40 gol in una singola edizione e non è certo un caso se 28 di questi arrivano dai 3 gioielli dell’attacco. Mané e Firmino ne hanno messi a referto 9, ma la punta di diamante per Klopp è Mohammed Salah. L’ex-romanista ha giocato una stagione incredibile, con 32 reti in Premier League e 10 in Champions League. Sotto la guida di Klopp l’egiziano ha migliorato il suo gioco, sfruttando la rapidità degli inserimenti e il sinistro a giro, già letale contro la “sua” Roma e i quotati avversari del Manchester City, eliminati in maniera abbastanza netta ai quarti. Sfortunato il Real Madrid nei sorteggi, che ha pescato PSG, Juventus e Bayern Monaco, battendole tutte in trasferta e rischiando non poco solo contro i bianconeri, vicinissimi a violare il “Bernabeu”.

Lo spettacolo a Kiev sarà assicurato, anche perché l’unico assente sarà Oxlade-Chamberlain del Liverpool, mentre per Emre Can, non al meglio, sarà almeno panchina. Milner e Wijnaldum saranno degni sostituti a centrocampo accanto al capitano Henderson. Davanti a Karius, i due centrali saranno Lovren e il costoso Van Dijk, con Alexander-Arnold e Robertson esterni. Confermatissimi naturalmente i 3 davanti. Zidane non ha alcun dubbio dalla cintola in giù perché torna a disposizione Carvajal insieme a Sergio Ramos, Varane e Marcelo a difesa di Keylor Navas. Casemiro sarà l’uomo di equilibrio alle spalle di Kroos e Modric, ma l’unico dubbio (e che dubbio) è nel ricco pacchetto offensivo. La splendida forma di Gareth Bale potrebbe insidiare uno tra Benzema ed Isco accanto a Cristiano Ronaldo, unico giocatore della storia a segno in 3 finali e a segnare una tripletta pochi minuti prima di alzare al cielo di Cardiff la sua quarta Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *