Mondiali 2018 – quanto vale la Russia?

A meno di cento giorni dall’inizio della Coppa del Mondo di calcio, sono numerose le nazionali a candidarsi per la vittoria finale. E la Russia in tutto questo, quanto vale?

Un effettivo di qualità

Innanzitutto, quello che bisogna sapere sulla Russia è che possiede individualità importante in tutti i settori di gioco. Sia davanti, con l’esperienza di Igor Akinfeev da 102 presenze in nazionale e 58 gol in Champions League, sia dietro con uomini del calibro di Fernandes e Neutstäder, ma anche a centrocampo (Dzagoev, Zhirkov…). Non dimentichiamoci che l’attacco russo può contare anche su giocatori di talento come Kokorin e Smolov: ecco perché la nazionale russa sembra capace di tener testa a molte formazioni presenti al Mondiale. Un buon punto di partenza.

Il sostegno di una nazione intera

Il secondo aspetto da prendere in considerazione per la Russia sarà sicuramente il fattore campo: la squadra di Cercesov, infatti, ospiterà la 21a edizione dei campionati del mondo di calcio e giocherà tutte le partite di fronte al pubblico di casa. Un vantaggio indiscutibile, soprattutto perché il popolo russo ha un attaccamento speciale alla selezione nazionale e siamo certi che ogni città in cui giocherà, sosterrà fieramente i suoi beniamini. Da Mosca a San Pietroburgo passando per Kazan, Sotchi e Rostov, l’appoggio dei tifosi locali peserà fortemente nell’equilibrio contro gli avversari, in particolar modo durante il primo turno della fase a gruppi.

Un gruppo complicato

Un appoggio fondamentale, si diceva, ancora di più perché la fase iniziale si annuncia piuttosto complicata per la Sbornaya. Posizionati nel gruppo A in compagnia di Arabia Saudita e della più temibile coppia Egitto-Uruguay, gli uomini di Stanislav Cercesov dovranno da subito presentarsi al top per cercare di conquistare gli ottavi di finale del torneo. Contro i Sauditi nella prima giornata, i russi dovranno provare a fare il pieno visto che poi l’Uruguay di Cavani e i Faraoni di Salah saranno due avversari difficili da gestire. Il duello tra la Russia e l’Egitto nella seconda giornata sarà senz’altro decisivo per staccare il biglietto al turno successivo.

Cosa ne pensano gli esperti?

Capture d’écran 2018-03-23 à 10.53.46

Con un effettivo di qualità, ma finita in un gruppo complicato, la selezione russa si appresta a vivere un primo turno piuttosto combattuto e complicato, nonostante l’appoggio del pubblico amico. D’altronde, basta guardare le quote Mondiali per rendersene conto: la Russia non è certamente nel ventaglio delle favorite per il titolo finale, come per esempio possono essere la Francia o la Germania. La buona notizia, tuttavia, è che gli specialisti del settore vedono di buon occhio almeno il passaggio dei russi al primo turno. Per Eurobet, ad esempio, la quota del biglietto per gli ottavi di finale dei russi è a 1.25, contro il 2.40 dell’Egitto e il 7.80 dell’Arabia Saudita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *