Il siluro della “meteora” Da Costa nel Sivasspor

A Firenze non ha lasciato un gran ricordo, e col suo girovagare per l’Italia e per l’Europa, a molti tifosi sarà parso un oggetto misterioso, un’altra – tra le tante – meteore del calcio internazionale. Stiamo parlando di Manuel Da Costa, portato nel massimo campionato italiano da Pantaleo Corvino, che lo prelevò dal PSV Eindhoven per il prezzo di 4,5 milioni di euro, e rilevando a favore della Fiorentina il suo cartellino.

Doveva essere l’ennesima “corvinata”, ma non andò come si sperava. Prandelli (allora tecnico viola) non lo considerava molto, e allora l’esuberante centrale franco-portoghese fece parecchia panchina, collezionando solo una presenza nella stagione 2008/2009. Passato in prestito alla Samp, non sfondò neppure lì.

Due stagioni in Premier con il West Ham, altre due in Russia con il Lokomotiv Mosca, quindi un anno in prestito in Portogallo al Nacional, prima di lanciarsi nell’avventura turca, con il Sivasspor. Una carriera senza sussulti, nella quale non ha saputo tener fede alle aspettative che lo circondavano. Senza sussulti, almeno fino al 15 settembre 2013, quando – appunto con la maglia del Sivasspor – ha saputo tirar fuori dal cilindro una magia, un gran gol dalla lunghissima distanza, che servirà almeno a chiarire come mai in molti avevano visto in lui il prospetto di un gran difensore.

Qua trovate il video del siluro con cui Manuel Da Costa ha realizzato il secondo gol del Sivasspor, nella gara (vinta dalla sua squadra) contro l’Eskisehirspor:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mQ9O3UBN-w4[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *